- reset +

Escursioni

L'associazione organizza

escursioni alternative

su richiesta per:

- CERVETERI

- TARQUINIA

- CIVITA CASTELLANA

Per informazioni:

info@irasenna.org

 

 

 

S. Felice Papa

PDFStampaE-mail

 

La piazza di ceri è dominata dalla chiesa dell'Immacolata Concezione, risalente probabilmente al XII secolo.

Dall'abside originaria, tuttora conservata, si può desumere che l'edificio fosse di stile romanico, e a navata unica.

Dal 1986 il luogo di culto è stato elevato a Santuario dedicato alla Madonna di Ceri, un immagine sacra venerata fin dall'antichità.

Ne è testimone un pregiato quadro di scuola senese del 1400. Nella parete destra è conservato un interessante ciclo di affreschi databile al XII secolo, con episodi biblici, scoperti sotto sovrapitture nel 1980. Tutta la chiesa ne era ricoperta, ma nel XVI secolo durante l'assedio di Cesare Borgia metà di essa crollò.

Nella cappella di destra sono custodite le ceneri di Felice II° Papa (355-365), che secondo la tradizione subì il martirio in quel luogo. L'epigrafe del Ciborio risale all'anno 1484 e recita: Il corpo del Divo Felice, Romano Pontefice II.

E poco sopra, lungo l'ornato dell'altare laterale, è tutt'ora visibile l'antico rilievo del carro trainato dai buoi, che rifiutano di trasportare a Roma le spoglie del defunto.

Come personaggio storico, Felice si inserisce nel contesto delle lotte tra la chiesa di Roma con l'impero di Bisanzio. Protagonisti furono Ario, un prete accusato di eresia e Atanasio, vescovo di Alessandria. Ario, protetto dall'Imperatore Costantino ottenne la riammissione alla diocesi e Atanasio fu esiliato. La controversia tra Bisanzio e Roma proseguì anche con il successore imperiale Costanzo che si mise in aperto contrasto con Papa Liberio e con un atto di forza fece arrestare ed esiliare il Pontefice.

 

 

Immacolata Concezione Church (XII century) overlooks the square of Ceri. As regards the original apse, we can deduce that the Church is of Romanesque style, i.e. with a single nave. Since 1986 the church has been erected as a sanctuary consecrated to the Our Lady of Ceri, a sacred image worshipped since ancient times: for instance, there’s a valuable Seinese school painting (1400). The fresco cycle on the right wall - discovered in 1980 - consists of several biblical scenes of the XII century. In the XVI century, during the siege of Cesare Borgia, half the church tumbled. In the right side chapel there are Pope Felix II ashes (355-365), who had been martyr just there. The ciborium epigraph (1484) says: “The body of the Happy Divine, Roman Pope II”. Along the lateral altar ornamentation, there is the ancient relief representing the cart hauled by the steers, which didn’t want to transport the mortal remains to Rome.  As historical character, we can put Felix among the conflicts between the Roman Church and the Byzantine empire. The protagonists were the priest Arius (accused of heresy) and Athanasius, bishop of Alexandria. Thanks to the Emperor Constantine’s protection, Arius was readmitted to the diocese; on the other side, Athanasius was exiled. The controversy between Byzantium and Rome continued also with the Emperor Constantius, who was in contrast with Pope Liberius: as a matter of fact the pope was arrested and then exiled.

 

 
Annunci
Banner Connect