- reset +

Escursioni

L'associazione organizza

escursioni alternative

su richiesta per:

- CERVETERI

- TARQUINIA

- CIVITA CASTELLANA

Per informazioni:

info@irasenna.org

 

 

 

Camp. Scavo Marsiliana d'Albenga

PDFStampaE-mail

Progetto Marsiliana d’Albegna: Settima Campagna di Ricerca (31/08/2009-30/10/2009)  

Dal 31/08 al 30/10/2009 riprendono le attività di ricerca archeologica nel centro etrusco di Marsiliana d’Albegna (Manciano, GR), con la direzione della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, in collaborazione con il Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti dell’Università degli Studi di Siena (Insegnamento e Laboratorio di Etruscologia e Antichità Italiche, diretto da Andrea Zifferero) ed Etruria Nova, associazione no profit.Avviato nel 2002, il Progetto Marsiliana d’Albegna ha contribuito alla riscoperta dell’importante centro protostorico ed etrusco, già noto per le ricche ed estese necropoli orientalizzanti scavate dal principe Tommaso Corsini agli inizi del Novecento. 

 La Campagna di Ricerca 2009 prevede le seguenti attività:

 

1. scavo di un sito produttivo etrusco (fornace?) localizzato presso il fiume Albegna.  Si tratta di un consistente affioramento di anfore da trasporto di età arcaica e da scarti di produzione,  contiguo ad un edificio che ha restituito bucchero, ceramica d’impasto e ceramica etrusco-corinzia;

2. prosecuzione dello scavo nella “Casa delle Anfore”, una residenza periferica con atrio centrale, datata tra l’ultimo quarto del VI e la fine del V secolo a.C. L’edificio, situato all’interno della Tenuta Corsini, ha un’estensione di 400 mq e si articola in almeno sei ambienti, dei quali soltanto due esplorati finora;

3. prosecuzione della ricerca di superficie all’interno della Tenuta Corsini: si procederà alla ripulitura e al rilievo di alcune tombe ancora non indagate e all’identificazione di nuovi siti per una più precisa definizione del tessuto abitativo e funerario di età etrusca. 

Condizioni di partecipazione:

Le attività sul campo e in laboratorio comportano un impegno settimanale di 40 ore, certificate da un attestato valido per il rilascio dei crediti formativi (universitari e per Istituti scolastici superiori). Sono previsti, inoltre, laboratori pomeridiani sullo studio dell’epigrafia e della ceramica etrusca, sull’elaborazione informatica dei dati, sulla metodologia di scavo; nel fine settimana sono previste escursioni ai principali siti e musei dell’Etruria meridionale.

Tutti gli aspetti organizzativi e logistici sono a cura di Etruria Nova no profit: ai partecipanti è richiesta la certificazione della vaccinazione antitetanica e la quota di iscrizione annuale all’associazione, comprensiva di assicurazione.

La quota di partecipazione è di 80 Euro per una settimana, 150 Euro per due settimane, 200 Euro per tre settimane.   

La quota comprende vitto e alloggio completo, trasferimenti in auto, attività di laboratorio ed escursioni. I partecipanti sono alloggiati nell’agriturismo La Speranza di Marsiliana d’Albegna, in appartamenti da 4 e 5 posti letto, con cucina e bagno indipendenti, aria condizionata e riscaldamento e avranno a disposizione piscina e campo da calcetto.

La partecipazione all’attività di ricerca è aperta a studenti di archeologia e a volontari, purché maggiorenni. Contatti per info:            prof. Andrea Zifferero                                            tel. 0577/233659 (diretto)                                        E-mail:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

           

        Etruria Nova Associazione no profit       Carmine Sanchirico       tel. 347/3437462       e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

 

Una sintesi dei dati posseduti e dei risultati della ricerca 2002-2007

 

Il Progetto ha avuto inizio, come già riferito, alla fine del 2002 (sotto forma di stretta collaborazione scientifica tra gli Enti suddetti), per l’indagine dell’importante quanto poco conosciuto centro etrusco di Marsiliana d’Albegna.

 

Nel 1908, il principe Tommaso Corsini avviò la costruzione di un capanno per le macchine agricole nella piana dell'Albegna, sottostante il borgo di Marsiliana. Fu così che ebbe luogo, del tutto casualmente, una delle scoperte archeologiche più importanti del Novecento: lo scavo della necropoli di Banditella, durato fino al 1925.

 

Questa, composta da 109 tra tombe a fossa, tombe a circolo di pietre con fossa centrale e tombe a tumulo, ha fornito una straordinaria documentazione su una comunità aristocratica che ha sepolto tra la fine dell'VIII ed il VII secolo a.C. i propri componenti con corredi di eccezionale rilevanza scientifica, costituiti da ornamenti personali di grande pregio, vasellame e incensieri metallici, armi e carri da parata. I corredi della necropoli di Banditella sono stati esposti nel Museo Topografico dell'Etruria a Firenze fino all'alluvione del 1966: la maggior parte di questi materiali è ancora nei magazzini fiorentini in attesa di restauro, dopo i danni sofferti in conseguenza della distruzione delle vetrine.

 In seguito agli scavi del principe T. Corsini, il sito orientalizzante di Marsiliana è stato interessato soltanto da un saggio di scavo condotto dalla Soprintendenza nell’Uliveto di Banditella e da limitati recuperi effettuati nel corso degli anni ’80.

Il nostro Progetto mira pertanto ad approfondire la fisionomia del centro abitato e delle necropoli, al fine di produrre la documentazione necessaria per la conservazione, la tutela e la valorizzazione del sito. Sono stati perciò avviati, nel corso di sei campagne (2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007), alcuni interventi volti ad approfondire i problemi della formazione e della consistenza di questo insediamento etrusco, attraverso:

  

1. la ricerca di superficie integrata da indagini geofisiche, che hanno definito con esattezza la topografia del centro orientalizzante, con la dislocazione e la caratterizzazione delle necropoli;

  

2. una migliore conoscenza dell’architettura funeraria, con lo scavo di un “circolo di pietre” medio-orientalizzante (rinvenuto intatto), inglobato da un tumulo monumentale tardo-orientalizzante in località Piani di Perazzeta;

  

3. la definizione degli aspetti del popolamento etrusco nell’agro dipendente dal centro;

  

4. la definizione delle varie fasi cronologiche di sviluppo poleografico del centro di Marsiliana.

  

I risultati sin qui esposti saranno a breve oggetto di una ampia pubblicazione scientifica che ha già ottenuto il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Grosseto e che verrà presentata in occasione delle celebrazioni per il centenario della scoperta del centro etrusco di Marsiliana

 

 

     

            3. scavo del sito produttivo etrusco (fornace?) localizzato presso il fiume Albegna.  Si tratta di un consistente   

affioramento di anfore da trasporto di età arcaica e da scarti di produzione,  contiguo ad un edificio che ha restituito bucchero, ceramica d’impasto e ceramica etrusco-corinzia.

Marsiliana d’Albegna Project: 7th Research Campaign (31 August 2009 - 30 October 2009)

 From 31 August to 30 October 2009 the archeological research activities in the Etruscan site at Marsiliana d’Albegna (Manciano, Italy) will start again under  the direction of the Department of Archaeology and History of Arts of the University of Siena (Laboratory of Etruscology and Italic Antiquities directed by Prof.  Andrea Zifferero) and with Etruria Nova, a not-for-profit association. Started in 2002, the Marsiliana Project has contributed to the rediscovery of this important Proto-historic  and Etruscan site, already known for its rich and large necropolis brought to light by Prince Tommaso Corsini at the beginning of the 1900’s. The 2009 Research Campaign provides the Following activities:1.       Excavation of an Etruscan production site (kiln?) located near the Albegna river. This is a massive outcrop of transport amphorae from 6th century B.C. and waste production, contiguous to a building that has uncovered bucchero, coarseware and Etrusco-Corinthian ware; 2.       Continuation of the excavation in the “Casa delle Anfore”, a peripheral residence with central atrium, dated between the last quarter of the 6th and the end of the 5th century B.C. This building, situated within Corsini’s Estate, Has an area of 400 mq and is divided into at least six rooms, of which only two have been explored until now.3.       Continuation of the survey within Corsini’s Estate: clean-up and identification of some graves not yet explored, discovery of new sites for a more precise sites for a more precise definition of the living and funerary fabric of the Etruscan Age. Conditions of participation:  the activities in the field and in the laboratory imply a commitment of 40 hours weekly, certified with a certificate valid for the issue of formative credits ( for University and High School). There will also be afternoon workshops on the study of epigraphy and Etruscan ware, informatics elaboration of data and methodology of excavation; on the weekends, excursions to the major sites and museums of Southern Etruria are planned. All organizational and logistical aspects are under the direction of Etruria Nova not-for profit: participants require the certification of tetanus injection, and the annual membership fee, insurance included. The fee is 80 euro for one week, 150 for two weeks, 200 for three weeks. Price includes full board and lodging, transfer by car, workshop and excursions. Partecipants are housed in the holiday farm house “La Speranza”, situated in Marsiliana d’Albegna, in flats with 4 or 5 beds, with independent kitchen and bath, air conditioning and heating, soccer field and swimming pool available. The participation in the research is open to students of archaeology and volunteers, provided that they are of legal age.CONTACTS: Prof. Andrea Zifferero                                                                     Etruria Nova not-for-profit Association

Phone:  0039 577 233659                                                              Carmine Sanchirico

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.                                                             Mobile: 0039 347 3437462

 

 
Annunci
Banner Connect