IRASENNA

Vai ai contenuti

Menu principale:

La cucina Ceretana

Il piatto principale della cucina ceretana e rappresentato fin dai tempi antichi dalla cacciagione: il cinghiale, la lepre e il fagiano, utilizzati anche come condimenti per vari tipi di pasta o per la polenta. Nei secondi piatti sono serviti alla brace o alla cacciatora. Dal cinghiale si ottengono anche delle ottime salsicce. Non può mancare come contorno ai tradizionali piatti della cucina romana come l'abbacchio alla scottadito o la coratella, il carciofo romanesco ( servito fritto o alla giudia) conosciuto e apprezzato anche a livello internazionale. Ottimi anche la porchetta e le bistecche dei bovini maremmani.
Un ricordo d'altri tempi è l'acquacotta, verdure ed erbe lessate e versate sopra uno strato di pane raffermo. In autunno si possono trovare gustosi piatti a base di funghi locali: porcini, galletti, ovoli e prataioli. Sono famosi anche i dolce ceretani come le pizze di Pasqua ( anche al formaggio), le ciambellette al vino e all'anice e i tozzetti rosa da intingere nel vino. Tra i formaggi è particolarmente gustoso il pecorino romano, da servire insieme alle fave e al vino nella " merenda ceretana".

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu